Background Image

5x1000 APM Parkinson Lombardia

Gli Scacchi come cura per la salute mentale

 

È ormai riconosciuto scientificamente da numerosi neurologi, psichiatri e ricercatori, che il gioco degli scacchi porta molteplici benefici per la salute della mente. E il crescente interesse è diventato così forte che si è tenuto addirittura un convegno per parlare e discutere sull’argomento.

Carlo Alberto Cavazzoni, Maestro di Scacchi, afferma che giocando a scacchi si mettono in moto diversi processi mentali come l’attenzione, la sintesi, il pensiero logico, l’astrazione e la memoria, che si possono considerare a tutti gli effetti una fisioterapia della mente. Proprio per questo motivo sono consigliati per le malattie neurodegenerative come la Malattia di Parkinson, essendo poi una terapia non farmacologica e totalmente gratuita.

Per chi non ha mai giocato, all’inizio imparare le regole può essere un po’ difficile, ma è indubbio che questo gioco, una volta imparato, appassioni così tanto che diventa difficile smettere. A ciò si aggiunge anche il fatto che le partite si possono interrompere e riprendere in qualsiasi momento, senza per questo perdere il punto a cui ci si era fermati.

Per i più tecnologici, ormai in rete si trovano decine di programmi per giocare contro il computer a livelli di difficoltà crescenti, ma è sicuramente più divertente giocare con qualcuno. Ovviamente giocare di persona sarebbe la cosa migliore, su una bella scacchiera con pezzi grossi per il piacere anche di muoverli e toccarli.

Chiedete quindi ai vostri nipoti, famigliari o amici di insegnarvi a giocare, oppure perché no, venite in sede APM. E come in ogni sfida, non importa chi vince, ma divertirsi! E in questo caso, la mente ringrazia!

 

scacchi

 

 

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. Proseguendo, dai la tua approvazione, o visualizza i dettagli, cliccando sul pulsante "Maggiori informazioni".