Background Image

5x1000 APM Parkinson Lombardia

I nostri Volontari: Michela

Michela Fusaro

 

Nel mese di Ottobre 2021 grazie alla mia professione mi sono avvicinata ad una nuova realtà, alla realtà di APM Parkinson Lombardia.

C’è da dire che sono entrata nell’associazione grazie all’osteopatia, ma mai mi sarei aspettata di affezionarmi tanto a questa realtà.

Parto dal presupposto che per lavorare a stretto contatto con altre persone e soprattutto in ambito sanitario bisogna essere estremamente empatici.
Ho la fortuna di aver ereditato questo pregio dalla mia famiglia e sarà stato proprio grazie a questo lato del mio carattere e alla mia educazione che nella vita ho sempre desiderato di supportare il prossimo.

Nasce proprio da questo mio modo di essere la voglia di lavorare per supportare le altre persone.
Quando c’è stata la possibilità di entrare a fare parte del gruppo APM non ci ho pensato due volte, ero molto entusiasta ma lo sono ancora di più oggi.

Una volta iniziata questa esperienza da osteopata volontaria ho avuto modo di conoscere i soci e tutte le persone che ci sono dietro.
Tutti i giovedì quando finivo i trattamenti, nonostante fossi stanca o avessi altri pensieri in testa, uscivo sempre con il cuore pieno di gioia.
Tutte le volte mi fermavo a pensare a questa sensazione e a queste emozioni che provavo e da lì ho capito che tutto ciò era scaturito dal fatto che stessi supportando i nostri soci.

A quel punto mi sono detta: ‘’perché non aiutare l’intera associazione nel fare altro?’’.

Proprio per questo mi sono proposta di aiutare APM nella gestione del profilo Instagram e nella comunicazione sui social media che ad oggi è estremamente importante, soprattutto perché si possono raggiungere persone che magari non erano a conoscenza della nostra realtà e delle nostre attività.

APM Parkinson Lombardia ad oggi, per me, è una vera e propria famiglia su cui so di poter contare.
Nella vita sarebbe molto bello se tutti noi potessimo essere d’aiuto a qualcun altro, scambiando del bene reciproco.

Concludo sottolineando che proprio questo scambio di bene, positività e energia reciproco con soci e con gli atri volontari ha fatto scattare in me la voglia di affiancare questo progetto e questa associazione.