Background Image

5x1000 APM Parkinson Lombardia

Una scoperta incoraggiante

le pillole di carlo: una scoperta incoraggiante

Dalla Cina è arrivato il virus Sars Cov 2. Ma è anche vero che dopo pochissimi mesi una scienziata e ricercatrice cinese ha scoperto e realizzato il primo vaccino al mondo, anche se alla notizia è stato dato poco risalto internazionale.

Allo stesso modo, il gruppo di ricerca coordinato dallo scienziato e ricercatore cinese Xiang-Dong Fu dell’Università della California ha curato nei topi, definitivamente e con un singolo trattamento, i sintomi del morbo di Parkinson. I disturbi della malattia infatti non si sono più ripresentati: è un risultato molto incoraggiante e ha dell’incredibile, e potrebbe rappresentare un passo storico nella notte a questa grave malattia neurologica. Tuttavia i ricercatori sono ancora molto lontani dalla sperimentazione su pazienti umani e il modello animale della malattia usato in questa ricerca non è esattamente identico alla malattia umana.

Da studi precedenti dello stesso gruppo di ricerca era noto che, inibendo un gene particolare che codifica una proteina, si sarebbe avviata la generazione di neuroni che producono dopamina perfettamente funzionanti. I livelli di dopamina si erano di conseguenza alzati fino a raggiungere valori normali. Non solo: i neuroni crescevano e svolgevano la loro azione in altre parti del cervello rispetto a quella inizialmente coinvolta nel trattamento. Nel giro di tre mesi del trattamento, i sintomi della malattia sono scomparsi per non tornare più.

La scoperta presentata su “Nature” potrebbe tradursi in futuro in una terapia genica per la malattia di Parkinson basata su un unico intervento risolutivo, e potrebbe trattarsi di un approccio risolutivo anche per altre malattie.

 

 

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. Proseguendo, dai la tua approvazione, o visualizza i dettagli, cliccando sul pulsante "Maggiori informazioni".