Background Image

Neurologa testata sito

Diamoci un ritmo!

diamoci un ritmo

 

I pazienti affetti da Malattia di Parkinson, oltre a presentare il sintomo più comune ovvero il tremore, sono soggetti anche alla presenza di difficoltà motorie come rigidità e lentezza nei movimenti. Per superare queste difficoltà che danno origine anche a cadute e traumi, i pazienti adottano particolari accorgimenti: ad esempio cercano di camminare con una certa andatura costante, oppure cadenzano i passi a seconda delle righe di separazione del marciapiede. Addirittura, si riesce meglio a ballare che a camminare, tanto è importante il ritmo.

Si è notato però che non esiste una strategia che vale per tutti, ma è compito di ogni paziente metterne in atto una propria: occorre trovare quella giusta e modificarla secondo le diverse necessità, se serve anche nel corso del tempo in base a dove ci si trova, all’età, all’evolvere della malattia.

I ricercatori dell’Università di Nijmegen (Olanda) hanno condotto una ricerca su oltre 4000 pazienti restringendo il campo a sette principali strategie adottate per superare le difficoltà motorie:

  1. Stimolo esterno: camminare accompagnati da un segnale acustico.
  2. Stimolo interno: contare i passi mentalmente.
  3. Girarsi in equilibrio: restare sempre bilanciati.
  4. Nuovi stili: camminare all’indietro o sollevare molto le ginocchia
  5. Stato mentale: rilassarsi o fare esercizi respiratori
  6. Osservare il movimento: cercare di mimare il cammino di un’altra persona o visualizzare i passi da compiere
  7. Provare altri modi di usare le gambe: usare la cyclette o gattonare

Ciò che è risultato invece d’aiuto a tutti i pazienti sono le protesi per la deambulazione, come girello e stampelle quadripodi, che permettono di allargare la propria base d’appoggio e conferiscono maggiore mobilità ampliando l’estensione dei movimenti. Inoltre, migliorano l’equilibrio e riducono la possibilità di caduta.

Ma un ruolo fondamentale per migliorare l’attività locomotoria è il costante esercizio fisico! È importante fare esercizi sia all’aperto, come la camminata con bastoni, sia al chiuso come in palestra, utilizzando ad esempio tapis roulant. Nella nostra associazione APM, svolgiamo sessioni bisettimanali di ginnastica individuale con esercizi mirati e di tutti i tipi, coadiuvati e seguiti direttamente da personale altamente qualificato. Quindi se non potete andare in palestra, soprattutto se non volete stare da soli, e adesso che all’aperto non è più stagione, venite da noi: troverete tutti gli esercizi di cui avete bisogno e che potrete poi rifare a casa secondo quello che vi farà stare meglio!

Fonte: Corriere della Sera - Salute